il tuo prossimo appuntamento?

Il Ponte di Ognissanti 2021 a Ferrara

Città 0

Il ponte di Ognissanti è per molti la prima occasione per staccare dalla routine e concedersi tre giorni all’insegna del divertimento e del relax. 

La città di Ferrara, definita spesso “città delle biciclette” per le poche auto che circolano nel centro storico, è la meta ideale in cui trascorrere il Ponte del Primo Novembre. 

Una città in cui il tempo sembra non essere passato, dall’atmosfera serena, rilassata, non molto diversa da quando a regnare era la famiglia D’Este una delle più potenti d’Europa, amante dell’arte e della bellezza.

Come raggiungere Ferrara

La città romagnola è facilmente raggiungibile con qualsiasi mezzo di trasporto. Poco distante dal centro si trova la stazione ferroviaria, la quale gode di un ampio parcheggio nel quale poter lasciare l’auto. 

Ferrara è una città a misura d’uomo per cui per muovervi non avrete bisogno di mezzi di trasporto, vi basteranno le vostre gambe, tanta voglia di camminare e di scoprire la città degli Estensi. 

Cosa vedere a Ferrara durante il Ponte di Ognissanti

Il Ponte di Ognissanti a Ferrara è ottimale per visitare i luoghi simbolo della città. Tra i principali troviamo:

Il Castello Estense

Dimora di una delle più importanti famiglie d’Europa fino all’Unità d’Italia, oggi simbolo della città, in occasione del Ponte di Ognissanti, al Castello Estense, vengono organizzate attività sia per grandi che per piccini. 

Dal racconto dei più misteriosi e controversi episodi della famiglia estense, alla gita in barca nel fossato per ammirare dall’esterno il Castello, ai laboratori per bambini, non mancano le opportunità per conoscere la storia degli Estensi e della loro dimora. 

Un’occasione da non perdere, anche perché durante il Ponte del Primo Novembre, viene prolungato l’orario di chiusura dell’edificio. 

Il Castello Estense è il monumento più imponente e famoso della città, ma Ferrara ha molto altro da offrirvi. 

Cattedrale di Ferrara

Definita dai ferraresi “duomo” in quanto principale luogo di culto, la Cattedrale di Ferrara – dedicata a San Giorgio – sorge poco distante dal Castello Estense, e si raggiunge facilmente a piedi. 

Realizzata in marmo bianco, colpisce il portale centrale, in cui sopra a Cristo è rappresentato San Giorgio che uccide il drago. 

Il campanile dal gusto rinascimentale è opera di Leon Battista Alberti, rimasta incompiuta.

Durante il Ponte di Ognissanti il flusso turistico nella città romagnola subisce un incremento, per cui vi consigliamo di prenotare l’ingresso, così da poter godere in tranquillità della bellezza dell’edificio.

Piazza delle Erbe e del Municipio a Ferrara

Nel centro storico è tappa obbligatoria, di ogni buon giro nella città romagnola, Piazza delle Erbe, in cui sono concentrati tutti i simboli del potere Estense: dalla Cattedrale, al Palazzo della Ragione, alla Loggia dei Merciai, dove in passato avevano bottega i mercanti di stoffa e lana. 

Contornata da negozi, ristoranti, è insieme a Corso d’Este la strada più bella, e sicuramente ricca di storia della città. 

Via delle Volte 

Se siete amanti di fotografia, di atmosfere romantiche e suggestive, non potete perdervi una passeggiata in Via delle Volte.

La strada prende questo nome per gli archi e i passaggi sospesi che la caratterizzano. Un tempo strada commerciale, è uno dei punti di Ferrara in cui il tempo sembra essersi fermato, due chilometri per rivivere la storia del luogo.

Palazzo dei Diamanti di Ferrara

Situato in Corso Ercole d’Este, il palazzo è facilmente raggiungibile con un autobus, o a piedi dal centro storico. 

Progettato nel 1493 da Biagio Rossetti su volontà di Ercole d’Este, è realizzato con 8500 blocchi di marmo bianco striati di rosa, un capolavoro di prospettiva e luce. 

L’edificio ospita periodicamente mostre d’arte organizzate dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, mentre al primo piano si trova la Pinacoteca Nazionale di Ferrara, che conserva una collezione di opere di eccezionale valore. 

Vi consigliamo, prima della vostra partenza di consultare il sito del Palazzo, perchè molto spesso l’accesso è consentito solo in concomitanza di mostre. 

Corso Ercole d’Este a Ferrara

Secondo l’UNESCO, è una delle vie più belle del mondo, realizzata dall’architetto Biagio Rossetti, su volontà di Ercole d’Este nel 1492, è interamente pedonalizzata. 

Nonostante i secoli trascorsi, la via mantiene la sua struttura rinascimentale: finestre, portoni e facciate dei palazzi sono decorate, e non c’è quasi nessun esercizio commerciale.

Il punto più importante è “Quadrivio degli Angeli” in cui si incontrano Palazzo dei Diamanti,  Palazzo Turchi di Bagno e Palazzo Prosperi-Sacrati. 

Un corso in cui, nonostante il tempo è ancora percepibile la presenza degli Estensi.

Tour a Ferrara

Un’ottima soluzione per trascorrere al meglio il Ponte del Primo Novembre a Ferrara, può essere quella di prenotare un tour, così da poter vedere con un’esperta guida locale tutta la città. 

Tra le offerte migliori troviamo: 

Accompagnati da un’esperta guida scoprirete i segreti della prima città moderna nata in Europa.  

Cosa mangiare a Ferrara

Ferrara si trova in Emilia, al confine con il Veneto, e la cucina ferrarese risente dell’influenza di entrambe le terre. Tra i punti di forza della gastronomia troviamo la pasta fresca dai cappelletti, ai cappellacci con la zucca, ai passatelli in brodo, fino ad arrivare al pasticcio di maccheroncini condito con ragù, funghi e tartufo, piatto tipico ferrarese.

Abbandonando la pasta fresca, se siete amanti della carne dovete provare la salama da sugo, una salsiccia di carne di maiale, fegato, lingua suina, cotiche, insaporita con spezie e vino rosso. Oppure, piatto in cui l’influenza veneta è maggiore la faraona. 

Per concludere il vostro pasto non vi resta che assaggiare i dolci tipici: brazadela aromatizzata al limone, una specie di ciambella e il panpepato che vi consigliamo di assaggiare in più posti, perchè ognuno la fa a modo suo! 

Per il vino, la scelta non è molto ampia, vi consigliamo il rosso del Bosco Eliceo e il classico Lambrusco emiliano.

Perchè trascorrere il Ponte di Ognissanti a Ferrara?

Le ragioni per cui trascorrere il Ponte del Primo Novembre a Ferrara sono svariate: città-casa per secoli di una delle più potenti famiglie d’Europa, durante il Ponte di Ognissanti vi svelerà i suoi segreti più intimi. 

Cosa state aspettando? Fate le valigie e preparatevi a scoprire storia, tradizioni e gastronomia ferraresi.

Siete interessati alle città d’arte? Perchè non dare un’occhiata anche alle vicine Pisa e Bologna, sono mete adatte a festività di pochi giorni!

Related posts

Lascia qui il tuo commento

Lascia un commento

La tua e-mail non verrà pubblicata.




Top